Riduzione da 5 a 3 anni del vincolo per i neoassunti da grame 2018. Lettera

ex

Inviato da Luca Gallo- Sarebbe auspicabile una riduzione da cinque a tre anni il vincolo di permanenza per i neoassunti da grame 2018, ma sarebbe necessario che i docenti coinvolti dal DM 631 potessero scegliere già quest’ anno una diversa provincia e quindi partecipare alla mobilita’ in quanto fortemente penalizzati dalla “scelta” della sede avvenuta in base ai posti disponibili a livello regionale, del contingente dell’ anno precedente.

Si fa riferimento inoltre al fatto che tali docenti non più giovani provengono da una graduatoria di precari storici, abilitati e che nel bando del concorso 2018 non era per niente menzionato tale vincolo; inoltre i più fortunati, quelli che hanno svolto il terzo anno FIT, già quest’anno possono partecipare alla mobilità.

Per cui che ci sia un minimo di equità e di giustizia per tali docenti, il vincolo quinquennale e’ stato dichiarato più volte anticostituzionale, è assurdo poi applicarlo così da un anno all’altro senza tenere conto chi va ad interessare, chi fa parte delle grame 2018 la continuità didattica l’ha assicurata per anni da precario, quasi sempre presso la stessa scuola, per cui oltre al danno anche la beffa; opportuno sarebbe per quest’anno una deroga per tali vincoli, ci deve essere una mobilita’ straordinaria prima dell’avvio dei nuovi concorsi, i posti ci sono, molti altri usciranno da quota 100, ma se quei posti verranno occupati dalle nuove assunzioni tornare a casa per questi docenti, sulla soglia dei cinquant’anni, diventerà praticamente impossibile.

Assolutamente da ripristinare anche la possibilità per tali docenti di richiedere l’ assegnazione provvisoria, anche qui e’ grave la disparità di trattamento con chi è stato assunto appena un anno prima.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste