Ricostruzione carriera, pratiche docenti trasferiti in altra provincia saranno concluse dalla scuola/ATP di destinazione

Stampa

Il Miur ha pubblicato la nota n. 1681 del 10 luglio 2017, avente per oggetto la ricostruzione di carriera dei docenti trasferiti in altra provincia. 

Nella nota si comunica che sono state anticipate le procedure di trasferimento interprovinciale dei fascicoli del personale docente di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado, mentre per i docenti di II grado le procedure saranno espletate, considerato che gli esiti della mobilità saranno resi noti il 21 luglio, a partire dall’ultima settimana dello stesso mese (luglio). Ciò, al fine consentire le prime operazioni di avvio dell’anno scolastico 2017-18 (invio CV per passaggi da ambito a scuola; conferimento incarichi triennali; invio istanze di utilizzazione e assegnazione provvisoria).

Conseguentemente alle operazioni di cui sopra, le pratiche di ricostruzione carriera del personale trasferito in una provincia diversa da quella di attuale titolarità:

 non possono essere concluse dalla scuola/ATP di attuale titolarità, se sono ancora in istruttoria o se non sono state ancora aperte;
 le pratiche complete ed istruite correttamente, che sono rimaste inavvertitamente nello stato “in istruttoria”, possono essere portate nello stato “stampata” attraverso intervento tecnico in base dati (apertura tagliando o richiesta AOL);
 le nuove pratiche, invece, possono già essere istruite dalla scuola/ATP di nuova titolarità.

Le pratiche di ricostruzione carriera (tipo A e B), che siano nello stato “stampata” o “registrata”, possono essere modificate/ricalcolate/cancellate solo dalla scuola e dall’ATP di destinazione.

nota Miur

Stampa

Personale all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!