Ricostruzione carriera, M5S: docenti paritarie infanzia discriminati

WhatsApp
Telegram

comunicato M5S –  “Per la ricostruzione della carriera e la determinazione dell’anzianità di servizio pre-ruolo dei docenti nelle scuole dell’infanzia paritarie il Miur nega qualunque riconoscimento. Il lavoro svolto nelle scuole non statali necessita di una soluzione equilibrata al fine di consentire l’equiparazione del trattamento economico di questi insegnanti con quello dei loro colleghi del comparto statale. La negazione della validità degli anni di servizio prestati nelle scuole dell’infanzia paritarie ai fini della ricostruzione di carriera, e dunque anche della progressione stipendiale, appare come un palese discriminazione”.

Così la deputata Maria Marzana e la senatrice Manuela Serra  commentano la risposta del Miur a un’interrogazione presentata da Marzana.

“Si tratta dell’ennesimo sopruso inflitto dal governo alle docenti della scuola dell’infanzia, considerato che sono state anche escluse dal piano di assunzione e dal potenziamento della “Buona scuola”. In pratica a questi insegnanti scatti e avanzamento di carriera vengono negati nonostante le scuole dell’infanzia a titolarità pubblica non siano sufficienti a coprire l’intero fabbisogno e, dunque, l’offerta scolastica viene in buona parte colmata da quelle paritarie. I docenti in cambio, per questo servizio di sussidiarità, ricevono dallo Stato il benservito. Per loro, ai fini della ricostruzione di carriera, quegli anni non vengono conteggiati”.

ROMA, 28 febbraio 2016

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur