Ricostruzione di carriera: adesso si richiede tramite Istanze on line. Disponibile la dichiarazione dei servizi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La domanda di ricostruzione carriera può essere presentata dal personale a tempo indeterminato che ha superato l’anno di prova. Serve a richiedere il riconoscimento dei servizi validi, prestati anteriormente alla nomina in ruolo.

Per la prima volta la funzione non è più cartacea, ma disponibile su Istanze on line. Presente anche il modello di dichiarazione dei servizi, in cui elencare in maniera analitica tutti i servizi prestati da precario, ai fini del riconoscimento.

Il diritto alla ricostruzione cade in prescrizione dopo dieci anni, a partire dal giorno in cui può essere richiesta, ovvero dopo la conferma in ruolo, ai sensi dell’art. 2946 del Codice civile.

I termini di prescrizioni scendono a 5 anni nel caso in cui si debbano percepire arretrati dovuti nel caso di una domanda tardiva.

La domanda di ricostruzione va presentata alla scuola di titolarità.

Il comma 109 dell’art. 1 della legge 107/2015 ha disposto che le domande per la ricostruzione di carriera devono essere presentate al dirigente scolastico tra il 1 settembre e il 31 dicembre, mentre in precedenza poteva essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.

Quali servizi sono valutabili

Neoassunti, ricostruzione carriera: la guida completa gratuita

La consulenza di Orizzontescuola sulla ricostruzione di carriera

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare