Ricorso rapido contro Preside per orario e assegnazione cattedre, PDL in Senato

di redazione

item-thumbnail

Nel mese di marzo, abbiamo riferito sulla proposta di legge, che doveva essere presentata, relativa alla possibilità dell’istituzione di un ricorso gerarchico improprio al direttore generale dell’USR avverso alcuni provvedimenti dei dirigenti scolastici.

Ricorso veloce contro il Preside per orario e assegnazione cattedre. Proposta M5S

Ricorso rapido: la proposta di legge

La proposta di legge, come detto sopra, prevede l’istituzione di un ricorso gerarchico improprio al direttore generale dell’USR avverso alcuni provvedimenti dei dirigenti scolastici.

Nello specifico, si tratta degli atti e dei provvedimenti previsti articolo 396, comma 2 lettera d), del D.lgs. 297/94 riguardanti:

  • formazione classi;
  • assegnazione cattedre ai docenti;
  • formulazione orario.

Ricorso rapido: testo della PDL

Ecco il testo della proposta di legge, come riportato dal change.org:

DISEGNO DI LEGGE

Articolo 1
(Ricorso amministrativo al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale)

1. All’articolo 396 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, dopo il comma 5, sono aggiunti i seguenti:

«5-bis. Nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e fermi restando gli articoli 5, comma 4, 14, comma 7, e 15 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, e l’articolo 25, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, avverso gli atti e i provvedimenti emanati a seguito dell’esercizio attività di cui al comma 2), lettera d), entro il termine di cinque giorni dalla data di pubblicazione nell’albo della scuola o sul sito dell’istituzione scolastica di riferimento, è ammesso ricorso al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, che si pronuncia entro il termine di quindici giorni, su parere conforme della commissione di cui al comma 5-ter.

5-ter. Con decreto del direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale è istituita presso gli uffici scolastici regionali una commissione per i ricorsi di cui al comma 5- bis, composta da tre dirigenti del servizio tecnico-ispettivo.
5-quater. Le disposizioni di cui ai commi 5-bis e 5-ter si applicano a partire dall’anno scolastico 2019/2020.

5-quinquies. Dall’attuazione delle disposizioni di cui ai commi 5-bis, 5-ter e 5-quater non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.”.

Proposta di legge incardinata al Senato

Il 29 maggio scorso, come riferisce ItaliaOggi, la proposta di legge è stata assegnata alla VII Commissione “Istruzione pubblica e beni culturali” del Senato.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione