Ricorsi abilitati e TFA per inserimento in GaE, sindacati non stanno dalla nostra parte. Lettera

WhatsApp
Telegram

Vorrei provare a commentare per quello che riesco a capire, la situazione dei ricorsi docenti II grado, ai fini dell’inserimento nelle Gae.

Ci sono ricorsi partiti oramai nel lontano 2014 che sono transitati prima al tar poi in CdS e poi di nuovo al Tar per difetto di giurisdizione (es. decreto consiglio di stato n. 2469/2016 RG n. 5034/2016), nel frattempo i colleghi sono in Gae e penso ci rimarrano.

Ci sono altri esempi simili (vedi decreto CDS 2502/2016) con il quale alcuni colleghi sono entrati di ruolo con riserva e penso che non verranno proprio buttati fuori…..

Ci sono ricorsi più recenti del 2015 che sono stati discussi nel merito il 20 ottobre 2016, ne cito uno il 10118/2015, che non si sa l’esito della camera di consiglio….intanto questi rimangono in Gae e ci rimarrano….??????

C’è il ricorso 9195/2016 che in camera di consiglio viene confermato il decreto cautelare, sensazionale, questi rimangono in Gae…..

La cisl avvia 2 ricorsi il 10612/2016 che viene respinto in prima istanza e dopo con “sentenza breve” in camera di consiglio il 17 Novembre 2016 e il 10596/2016 che viene respinto in prima istanza, discusso sempre il 17 Novembre 2016 non si sa che fine abbia fatto il verdetto, non è stato pubblicato……mi sorgono tanti dubbi!!!

Allora ci sono alcuni ricorsi che con sentenza vengono respinti….perchè??? alcuni che ho visto sono stati scritti con i piedi, confondendo primaria/infanzia e scuola secondaria….altri c’è stata una vera e propria discriminazione….voglio dire che i Sindacati non hanno saputo rispondere alle richieste dei propri assistiti…le principali categorie sindacali se ne sono altamenti sbattuti di noi docenti proponendo dei ricorsi alquanto squallidi e confusionari…..I sindacati non stanno dalla nostra parte….Alcuni avvocati hanno saputo affrontare i ricorsi e hanno ottenuto risultati……

Cordiali Saluti
Prof. Sandro Medico

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur