Ricorrere contro il concorso? Secondo Diesse è sbagliato

di

red – In una intervista a Tempi.it, Fabrizio Fosci dell’associazione Diesse condanna la volontà di Codacons, ANIEF e FLCGIL di avviare dei ricorsi contro il concorso a cattedra appena bandito da Profumo.

red – In una intervista a Tempi.it, Fabrizio Fosci dell’associazione Diesse condanna la volontà di Codacons, ANIEF e FLCGIL di avviare dei ricorsi contro il concorso a cattedra appena bandito da Profumo.

"Purtroppo – afferma Foschi – i ricorsi, per quanto legittimi, bloccano la vita scolastica e creano disagio, sono forme di sciopero di tipo assistenzialista". Ma gli errori ci sono e il bando ha delle pecche. "Il bando – afferma Foschi – dovrebbe essere riservato agli abilitati, e questo crea un precedente importantissimo, ma in realtà al concorso possono partecipare anche i laureati senza abilitazione, a patto che abbiano raggiunto la laurea entro il 2001-2002. Quindi di fatto questa possibilità introduce un fattore che smonta il vantaggio precedente, perché per una serie di persone il concorso diventa anche abilitante".

Altra questione riguarda la possibilità per i neo abilitati TFA di poter partecipare all’attuale concorso. "Spero – conclude Foschi – anche che il Ministro mantenga la promessa e indica un nuovo concorso per soli abilitati in primavera, a cui possano partecipare i giovani che nel frattempo avranno concluso il Tfa".

L’articolo di Tempi.it

Versione stampabile

soloformazione