Riconversione su sostegno insegnanti in esubero. Necessaria mappatura delle province per garantire posizione lavorativa dei precari

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Prof.ssa Anna Padula, Presidente Comitato Docenti e Famiglie Alunni Diversamente Abili – Accettiamo, anche se non condivisa, in un’ottica di sacrificio e grande senso di responsabilità la risoluzione approvata in commissione Cultura della Camera in data 31/10/2012 relativa alla riconversione sul sostegno degli insegnanti in esubero.

Prof.ssa Anna Padula, Presidente Comitato Docenti e Famiglie Alunni Diversamente Abili – Accettiamo, anche se non condivisa, in un’ottica di sacrificio e grande senso di responsabilità la risoluzione approvata in commissione Cultura della Camera in data 31/10/2012 relativa alla riconversione sul sostegno degli insegnanti in esubero.

E’ opportuno e doveroso SMENTIRE l’affermazione della commissione Cultura secondo la quale ci sono buoni margini di sicurezza che garantiscono agli insegnanti precari l’attuale posizione lavorativa; in particolare ci sono province come quella di BRINDISI che presenta 50 docenti in esubero appartenenti all’area AD03, i quali andrebbero con la riconversione ad eliminare definitivamente i 34 docenti precari di sostegno in servizio attualmente sull’area di cui sopra.

Alla luce di ciò, come intende la commissione Cultura garantire il posto di lavoro ai docenti di sostegno precari della provincia di Brindisi? A nostro avviso occorrerebbe una mappatura di tutte le province d’Italia per verificare quali sono quelle penalizzate maggiormente da questo progetto di riconversione ed intervenire concretamente assicurando veri margini di sicurezza per tutti i docenti di sostegno precari d’Italia.

Approvata in Commissione la risoluzione sui corsi di riconversione sul sostegno degli insegnanti in esubero. Serve grande impegno per ridurre strutturalmente la precarietà

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia