Riconosciuto a docente diritto a pasto vegano a mensa scuola

Stampa

A stabilirlo una sentenza del giudice del Lavoro di Bologna: un’insegnante di scuola primaria aveva chiesto il riconoscimento del diritto al pasto vegano in linea con le sue credenze etico-religiose.

Il regime alimentare vegano appare determinato da convinzioni di natura filosofica e/o religiosa che appaiono meritevoli di tutela nell’ambito di ampio riconoscimento del diritto alla libertà di pensiero riconosciuto dalla Costituzione italiana“. Così si è espresso il giudice.

Il servizio mensa è stato quindi strutturato per poter soddisfare le esigenze connesse con la dieta vegana.

La docente riteneva, infatti, di subire una discriminazione, visto che nei pasti scolastici esistono diete differenziate in base alle esigenze diverse.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!