Riconoscimento, ai fini economici e di carriera, del servizio pre ruolo prestato su posti di sostegno

di Lalla
ipsef

red – Il MIUR, con nota 14866 del 02.10.2009 ha dato chiarimenti circa la riconoscibilità o meno, in sede di ricostruzione di carriera, del servizio pre ruolo prestato anteriormente all’entrata in vigore della legge 124/99 (1° giugno 1999) dai docenti privi dello specifico titolo di specializzazione.

red – Il MIUR, con nota 14866 del 02.10.2009 ha dato chiarimenti circa la riconoscibilità o meno, in sede di ricostruzione di carriera, del servizio pre ruolo prestato anteriormente all’entrata in vigore della legge 124/99 (1° giugno 1999) dai docenti privi dello specifico titolo di specializzazione.

La richiesta di chiarimenti proviene dalla Ragioneria territoriale di Sondrio; il Ministero chiarisce che già nella nota n. 1909 del 5 agosto 2004 era stata richiamata l’attenzione sulla natura innovativa dell’art. 7 comma 2 della legge 124/99 con cui è stato ammesso il riconoscimento del servizio pre ruolo prestato su posti di sostegno con il possesso del solo titolo di studio richiesto per l’ammissione agli esami di concorso a cattedra.

Ricordiamo la formulazione dell’art. 7 comma 2 della legge 124/99, tuttora in vigore:

"Il servizio di insegnamento su posti di sostegno, prestato dai docenti non di ruolo o con rapporto di lavoro a tempo determinato in possesso del titolo di studio richiesto per l’ammissione agli esami di concorso a cattedra per l’insegnamento di una delle discipline previste dal rispettivo ordine e grado di scuola, è valido anche ai fini del riconoscimento del servizio di cui all’art. 485 del Testo Unico".

Pertanto il riconoscimento del servizio pre ruolo prestato dai docenti privi del titolo di specializzazione può avvenire solo a partire dalla data di entrata in vigore della legge (1° giugno 1999), non per i servizi svolti anteriormente.

La nota di chiarimento

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare