Richiesta mobilità straordinaria anche per i docenti di sostegno

WhatsApp
Telegram

Mirko Nistoro per Gruppo Sostegno doc – Gentile Redazione, come gruppo Sostegno doc contiamo 3000 iscritti, un numero in costante aumento.

Mirko Nistoro per Gruppo Sostegno doc – Gentile Redazione, come gruppo Sostegno doc contiamo 3000 iscritti, un numero in costante aumento.

In merito al DDL Buona Scuola, ed alle Faq che qualche giorno or sono state emesse dal Miur, siamo a sottolineare ed a chiedere con ogni forza alcune istanze che da alcuni mesi andiamo rivendicando, e su cui nei prossimi mesi ci sarà una determinante contrattazione in merito.

Siamo a parlare della mobilità straordinaria prevista per l'a.s. 2016/17, in deroga al vincolo triennale, su tutti i posti dell'organico dell'autonomia (posti di sostegno, comuni e di potenziamento).

Sul merito chiediamo con determinazione quanto segue:

  • i docenti assunti su posto di sostegno possano concorrere alla mobilità straordinaria con la facoltà di scegliere, volontariamente, di essere trasferiti negli ambiti territoriali, anche su posti comuni e/o di potenziamento, in via straordinaria, per l'a.s. 2016/17, in deroga al vincolo quinquennale.

Questo eviterebbe una incredibile disparità di trattamento nei confronti di tutti coloro che non hanno potuto scegliere il ruolo tra posto comune e posto di sostegno, sia da concorso che da GE, al contrario, invece, della attuale fase C (con una molto più ampia gamma di scelta, in virtù dell'attuazione dei posti di potenziamento). I docenti assunti negli anni precedenti e quelli attuali assunti fino alla fase A, tranne in rarissimi casi di contemporanea possibilità tra posto comune e di sostegno, non hanno potuto scegliere, pena depennamento dalla cdc relativa. In alcuni casi vincitori di concorso, proprio i primi, non hanno potuto scegliere, in virtù dell'assenza di posti disponibili sulla cdc, mentre ora gli idonei, paradossalmente, con meno punti, si troveranno in possibilità di scelta (in virtù dell'ampliamento dell'offerta formativa, posti di potenziamento in primis). Stesso discorso nelle GE. E' merito questo?

E così gli ultimi potranno scegliere, potranno spostarsi dove vogliono, gli idonei rientreranno in gioco con una offerta formativa molto ampia, mentre i docenti di sostegno già assunti, non solo avranno subito la beffa della mancata scelta, ma si troveranno esclusi di fatto dalla mobilità straordinaria – in virtù del vincolo quinquennale che qui si chiede con forza di derogare solo per l'a.s. 2016/17 – creando, come detto, una disparità di trattamento enorme.

Confidiamo che la nostra istanza venga accolta, sia dal Miur che dai sindacati tutti, impegnati, questi ultimi, nella contrattazione in tema di mobilità nei prossimi mesi.

In caso contrario ci troveremo costretti a stracciare ogni tipo di tessera sindacale, non sentendoci rappresentati e sentendoci addirittura esclusi ed emarginati, ed adiremo le vie legali – rassicurazioni importanti, in tal senso, ci hanno già "rassicurato" in merito -, cosa che vorremmo evitare confidando nel buon senso di tutti.

Vi salutiamo cordialmente e restiamo aperti a qualsiasi confronto in merito.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur