Richiedere docenti in più in organico di fatto causa un danno all’erario: condannata una dirigente scolastica

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Una Dirigente Scolastica è stata condannata dalla Corte dei Conti Sezione Giurisdizionale per la Puglia con la sentenza n. 432 del 29 marzo 2012, per aver sovrastimato l’organico di fatto nella sua scuola e quindi aver procurato un danno all’erario consistente nei costi sostenuti per il pagamento del personale in più, nonché nei costi sostenuti per il pagamento delle supplenze per sostituire le assenze di detto personale. 

Red – Una Dirigente Scolastica è stata condannata dalla Corte dei Conti Sezione Giurisdizionale per la Puglia con la sentenza n. 432 del 29 marzo 2012, per aver sovrastimato l’organico di fatto nella sua scuola e quindi aver procurato un danno all’erario consistente nei costi sostenuti per il pagamento del personale in più, nonché nei costi sostenuti per il pagamento delle supplenze per sostituire le assenze di detto personale. 

 
Infatti la dirigente ha fornito informazioni inesatte non basandosi sulle reali iscrizioni perfezionate per l’adeguamento dell’organico di diritto con situazioni di fatto,inducendo il CSA ad assegnare personale docente in più negli anni scolastici 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007 e per avere anche illegittamente concluso un contratto di collaborazione con un assistente amministrativo in servizio presso un’altra scuola. 
 
L’ammontare del danno economico all’erario è di complessivi € 144.649,27 da imputarsi alla responsabilità amministrativa della dirigente.
 
sentenza della Corte dei Conti dal sito dirittoscolastico.it
Versione stampabile
anief anief
soloformazione