Ricerca, M5S: via libera ai fondi per infrastruttura Open Access

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato M5S – “È stato approvato oggi, in Commissione Cultura, l’emendamento relativo al finanziamento dell’infrastruttura nazionale per la realizzazione dell’Open Access, che potremmo definire come il futuro ‘motore di ricerca della conoscenza’, che conserverà tutte le ricerche rese fruibili gratuitamente entro un massimo di un anno dalla pubblicazione sulle riviste specializzate”. Lo annuncia il deputato del MoVimento 5 Stelle in Commissione Cultura Paolo Lattanzio, che ha proposto l’emendamento.

“La Legge di Bilancio ci ha permesso di destinare dei fondi alla creazione di una rete strutturata che metta insieme gli archivi in accesso aperto, partendo da quelli già esistenti”, commenta Lattanzio.

La nostra intenzione è usare questi archivi, che sono ormai realtà consolidate, come esempio e guida per avviare un sistema di respiro nazionale. Per l’anno 2019 la spesa autorizzata è pari a un milione di euro; mentre, a partire dal 2020, verrà stanziata annualmente una cifra pari a 200mila euro. Grazie a questi fondi, rendiamo possibile e sempre più concreto un diritto fondamentale delle cittadine e dei cittadini: l’accesso all’informazione scientifica. Il libero accesso alla conoscenza è nel Dna del MoVimento 5 Stelle, che conferma così anche la forte attenzione per la ricerca: grazie al lavoro condiviso e partecipato che è alla base di questa proposta di legge, l’Italia farà un importante passo avanti in questa direzione», conclude il portavoce del Movimento 5 Stelle.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione