Ricerca, M5S: IIT promuove progetti con soldi dello Stato? Interrogazione parlamentare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato M5S – “L’IIT promuoverà progetti di interessi nazionale utilizzando fondi che dovrebbero rientrare nelle casse dello stato e che potrebbero essere utilizzati per la ricerca pubblica? E’ per avere una risposta a questo quesito che chiediamo al Mef di sapere a quanto ammontino i saldi delle giacenze dell’Istituto Italiano di Tecnologia presenti nei conti della Tesoreria Centrale dello Stato”.

Così i deputati Sorial, Gallo, D’Uva, Sibilia e vacca in un’interrogazione a prima firma di quest’ultimo rivolta ai minisiteri dell’Istruzione e dell’Economia.

“Ricordiamo che in seguito al dibattito innescato dalla presentazione dell’emendamento alla manovrina per destinare i fondi in giacenza alla ricerca pubblica, il 25 maggio 2017 si è svolto un incontro tra esponenti del governo e i vertici dell’IIT. A seguito di tale incontro sembra che potrebbe essere raggiunto un accordo per far si che l’IIT promuova  progetti di ricerca di interesse nazionale per lo sviluppo del sistema economico del Paese. In pratica l’Istituto metterebbe a disposizione risorse che sono dello Stato e potrebbero essere utilizzate per finanziare la ricerca pubblica in generale che, lo ricordiamo riceve dal governo la misera cifra di 30 milioni all’anno, attraverso il Prin.

Quei fondi in giacenza potrebbero invece essere riportati direttamente nelle disponibilità del Ministro dell’Istruzione, al quale attraverso la nostra interrogazione chiediamo se intenda attivare iniziative di propria competenza per avere la disponibilità delle risorse indicate in premessa, al fine di finanziare il sistema di ricerca pubblica italiana”.

ROMA, 31 maggio

MoVimento 5 Stelle Camera dei Deputati

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione