Riaprire le scuole a settembre in sicurezza immunizzando studenti e personale scolastico. Il monito dell’immunologo Le Foche

Stampa

“L’aumento dei contagi non è necessariamente il preludio a una nuova ondata, in quanto la quasi totalità dei nuovi positivi non richiedono il ricovero in ospedale”. Lo spiega Francesco Le Foche, immunologo clinico dell’università  Sapienza, in un’intervista a ‘Il Corriere della Sera’.

Molto attenti a distanziamento e mascherina ma il rispetto delle regole individuali non basta. Senza i vaccini non si va da nessuna parte. L’uscita dalla  pandemia è la combinazione di questi due fattori“, osserva.

Il clima estivo, unito alle vaccinazioni, dovrebbero sfavorire una nuova ondata. L’unica preoccupazione è riaprire le scuole a settembre in sicurezza immunizzando gli adolescenti e il personale scolastico al completo“, conclude Le Foche.

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti