Riaprire almeno fino alla scuola primaria: la proposta di Vaia (Spallanzani)

Stampa

“Garantendo le condizioni di sicurezza, magari vaccinando tutti gli operatori, dobbiamo però aprire soprattutto gli asili nido, le scuole d’infanzia e le primarie”. E’ la proposta lanciata dal direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia.

Proporrò all’assessore regionale di cominciare dallo Spallanzani dove c’è un asilo nido. Vorrei riaprirlo e consentire ai colleghi che lavorano nell’istituto di poter portare in serenità i loro figli. Possiamo partire con un esperimento pilota – aggiunge il direttore – Noi dobbiamo far uscire il Paese dalla depressione. Gli italiani sono stanchi, sfiduciati. Il mio pensiero va soprattutto alle giovani famiglie con i bambini che frequentano l’asilo e le scuole primarie. Mi rivolgo al decisore politico: pensiamo alle donne che lavorano e fanno tanta fatica in questo momento“.

Gli italiani hanno bisogno di riprendere in mano la voglia e la forza di combattere con speranza e non con la clava della paura delle varianti che sono considerate ancora strumento di terrore. Noi le sconfiggeremo soprattutto se tutti insieme avremo la forza di combattere – conclude il direttore dello Spallanzani -. Pian piano dobbiamo aprire sempre più e in sicurezza spazi di socialità“.

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile