Riapertura termini domanda, “assunzioni sono illegittime, MIUR fermi le procedure”

WhatsApp
Telegram

Il Gruppo Facebook "Riapertura dei termini per la presentazione della domanda di assunzione – Buona Scuola" con il presente appello chiede che il Miur fermi le illegittime procedure di assunzioni dei precari in quanto ritiene violino i principi di certezza del diritto, trasparenza e imparzialità della pubblica amministrazione.

Il Gruppo Facebook "Riapertura dei termini per la presentazione della domanda di assunzione – Buona Scuola" con il presente appello chiede che il Miur fermi le illegittime procedure di assunzioni dei precari in quanto ritiene violino i principi di certezza del diritto, trasparenza e imparzialità della pubblica amministrazione.

L'illegittimità risiede in particolare nel non aver preventivamente definito i criteri con cui il Miur avrebbe proceduto all'attribuzione delle province dei neo-assunti tramite il decreto attuativo ddg 767/2015, il quale anzi si limita a ripetere pedissequamente quanto affermato nella legge 107, e nel voler ora applicare un criterio sostanzialmente diverso da quello previsto dalla stessa legge.

Infatti dall'interpretazione letterale della legge 107 (commi 100 e 101) si ricava che:

1) il Miur deve formare un UNICO elenco (ossia una sola graduatoria nazionale) di tutte le iscrizioni nelle graduatorie (GM e GAE)

2) in tale elenco gli iscritti GM precedono gli iscritti GAE

3) tutti gli iscritti nell'elenco, siano essi GM o GAE, sono ordinati in base al relativo punteggio

4) all'attribuzione della provincia si provvede scorrendo il suddetto unico elenco, partendo da chi ha in assoluto il punteggio maggiore per finire a chi ha il punteggio più basso

5) per ciascun iscritto nel suddetto elenco si scorrono in subordine al punteggio le province nell'ordine di preferenza che il candidato ha elencato, fino a trovare un posto utile per la sua collocazione.

Questa è l'interpretazione letterale della legge 107 che nessuna faq ministeriale (che non hanno alcun valore legale e che sono state più volte corrette e formulate in maniera ambigua e incompleta) né tantomeno nessuna intervista di membri del governo possono derogare.

Ed è su questa interpretazione che migliaia di persone hanno deciso di non presentare domanda in quanto non vi è, nella legge 107 e nel ddg 767/2015, alcun riferimento a priorità di assunzione nella prima provincia espressa.

Ora, quando i termini per presentare domanda sono scaduti, il Miur si appresta a cambiare le regole del gioco, aggirando e forzando la legge e quindi danneggiando quanti si erano affidati in buona fede, nelle proprie decisioni, alla lettura puntuale della stessa legge 107.

Per questo motivo il Gruppo Facebook "Riapertura dei termini per la presentazione della domanda di assunzione – Buona Scuola" chiede al Miur :

1) di interrompere le procedure di assunzioni (fasi B/C) in quanto in contrasto con il testo di legge

2) di approvare un nuovo decreto attuativo che espliciti pubblicamente, in modo chiaro e trasparente, il criterio di attribuzione della provincia che intende applicare

3) di riaprire i termini di presentazione della domanda di assunzione in modo da consentire a tutti (finalmente resi edotti circa le modalità con cui saranno collocati nelle province) di poter presentare domanda, ritirarla o modificare l'ordine precedentemente espresso delle province.

Qualora le suddette richieste non dovessero essere accolte, il Gruppo Facebook "Riapertura dei termini per la presentazione della domanda di assunzione – Buona Scuola" si riserva di adire alle vie legali per veder affermati i principi basilari di uno Stato di diritto.

 

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO