Riapertura scuole, Viola: “Per farla a gennaio occorrono bassi numeri di contagi”

Stampa

L’immunologa dell’Università di Padova, Antonella Viola, intervenuta alla trasmissione Agorà, su Rai Tre, parla del ritorno in classe previsto per il 7 gennaio. 

“Dal mio punto di vista la priorità è arrivare a gennaio con un numero di contagi molto basso, per
riuscire ad aprire le scuole. Quindi se l’obiettivo di un lockdown di Natale è riaprire poi le scuole, io sono assolutamente favorevole”. 

“Riaprire le scuole una settimana prima delle vacanze di Natale – ha spiegato – non mi sembra il caso. Riaprire a gennaio, con un numero di contagi molto alto la vedo difficile, nonostante tutti gli studi dimostrino che le scuole non sono il motore del contagio. Però il virus entra anche nelle scuole. E la gestione dell’epidemia all’interno della scuola da un punto di vista della diagnostica, dei test e dei protocolli è complicato. Noi dobbiamo cercare di poter arrivare a gennaio con numeri bassi per poter aprire in sicurezza le scuole”.

Sui dati: “La terza ondata ci sarà. Abbiamo  ancora di fronte a noi molti mesi prima di arrivare una copertura sufficiente con il vaccino. Quindi, fino a giugno, la terza ondata è più che possibile. Questo è altamente probabile, perché il virus resterà in circolazione”.

In questa prospettiva “o noi ci organizziamo con strategie a lungo termine, che ci devono portare almeno fino giugno, oppure subiremo di nuovo una terza ondata”, ha concluso l’immunologa.

Stampa

Corso per il concorso ordinario materie scientifiche STEM. Con breve guida per affrontare test lingua inglese e simulatore prova scritta per tutte le classi di concorso. Sconto libri EDISES