Riapertura scuole, tantissime le questioni aperte. Il 19 agosto riunione chiave del CTS

Stampa

Se l’aumento del numero dei contagi non si arresterà la riapertura delle scuole italiane a settembre potrebbe essere compromessa.

Il 19 agosto la riunione del Cts si occuperà proprio della riapertura delle scuole. Il Comitato Tecnico Scientifico Ribadirà che non si deroga all’obbligo del distanziamento fisico di un metro tra gli alunni in classe.

Nel caso in cui i vari istituti non potessero garantire agli studenti la distanza di sicurezza di un metro potranno comunque ridurre la distanza di sicurezza. Si potrà derogare al metro di distanza a condizione che si porti sempre la mascherina.

La misura, benché motivata da problematiche oggettive, non ha mancato di far arrabbiare i presidi di tutta Italia.

Le questioni aperte sono però tantissime. Nei prossimi giorni prenderanno il via i test sierologici sul personale. Contemporaneamente verranno divulgate anche le regole per i cosiddetti “lavoratori fragili”, gli insegnanti che per motivi di salute dovranno essere sostituiti perché troppo rischioso che tornino a scuola. Il decreto Agosto ha affrontato anche il tema delle assenze degli insegnanti. Quest’anno saranno sostituiti dal primo giorno di malattia. Nei prossimi giorni prenderanno il via le immissioni in ruolo per la copertura delle quasi 85 mila cattedre vuote. Per riuscire ad ottenere l’assunzione con contratto a tempo indeterminato si dovrà tuttavia esser pronti a cambiare regione.

A meno di un mese dal ritorno sui banchi, previsto per il 14 settembre, dunque, sono ancora tanti gli scenari possibili.

Leggi anche

Il governo chiude le discoteche, Speranza: “Non possiamo vanificare tutto, la nostra priorità è riaprire le scuole”

Rischio apertura scuola per aumento contagi: Governo chiude le discoteche

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!