Riapertura scuole superiori, dove si rientra il 1° febbraio. Dad in regioni rosse, gli ultimi aggiornamenti

WhatsApp
Telegram

Da lunedì 1°febbraio ritornano in classe gli studenti delle superiori della Puglia, Calabria, Basilicata, Sardegna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Campania. Già in classe invece gli studenti di Toscana, Abruzzo, Valle d’Aosta, Piemonte, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Molise, Umbria, Lazio, Liguria, Bolzano e Trento.

Chi rientra a scuola il 1° febbraio

La situazione per regione è la seguente:

Puglia: dal 1° al 6° febbraio gli studenti delle scuole superiori pugliesi potranno tornare a seguire in presenza le lezioni scolastiche nel limite del 50%. Dovrà essere garantita la didattica digitale integrata per tutti gli studenti le cui famiglie ne facciano richiesta.

Ritorno scuole superiori in Puglia, tutto pronto per il 1° febbraio. Anche i trasporti

Campania: le secondarie di secondo grado a scuola in presenza dal 1° febbraio.

Veneto: il Tar del Veneto ha respinto l’istanza di sospensiva presentata da 17 genitori contro l’ordinanza del presidente regionale, Luca Zaia. Le superiori restano pertanto in Dad fino al 31 gennaio. Le ultime indicazioni dall’Usr

Friuli Venezia Giulia: superiori ancora in Dad fino al 31 gennaio.

Sardegna: per le secondarie di secondo grado il rientro è previsto il 1° febbraio.

Basilicata: per le scuole superiori della Basilicata la didattica a distanza resterà obbligatoria fino al prossimo 31 gennaio.

Ritorno a scuola, in Basilicata si pensa al 1° febbraio. Assessore Merra: “I trasporti sono stati potenziati”

Calabria: superiori in Dad fino al 31 gennaio.

Calabria, superiori in presenza dal 1° febbraio. Spirlì: pronti a richiuderle. Perché i bambini devono essere esposti al contagio?

Colore regioni

Il quadro potrebbe cambiare a seguito di ulteriori disposizioni delle regioni o del cambio di colore con le ordinanze del ministro della Salute. In Sicilia, se la regione dovesse passare ad area arancione, dal 1° febbraio rientreranno a scuola in presenza gli alunni dalla seconda media alla quinta superiore. L’Umbria andrebbe verso l’area rossa e pertanto gli studenti della seconda e terza classe della secondaria di primo grado e delle superiori, attualmente in presenza, potrebbero riprendere le lezioni a distanza, così come previsto dal Dpcm del 14 gennaio.

Covid-19, zona rossa, arancione e gialla: domani il monitoraggio. Da domenica regioni potrebbero cambiare colore

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito