Riapertura scuole superiori 7 gennaio, arriva l’ok dal Cts: non sono luoghi pericolosi

Stampa

Le scuole superiori vanno riaperte anche in considerazione delle ultime valutazioni dell’Unione europea secondo cui gli istituti scolastici non costituiscono un luogo pericoloso per il contagio.

È questa l’indicazione che arriva al termine della riunione del Cts che si è svolta nel pomeriggio.

Come si rientrerà?

Sono già pronti i piani organizzativi di alcune regioni e città per il rientro delle secondarie di secondo grado il prossimo 7 gennaio. Il ministero ha precisato, attraverso una nota, che anche coloro che si erano organizzati per la quota prevista inizialmente del75% dovranno adattare le misure alla nuova percentuale del 50% stabilita dall’ordinanza del ministro della Salute del 24 dicembre.

Oggi la circolare del capo di Gabinetto del ministero dell’Interno, Bruno Frattasi, conferma che la percentuale del 50% rappresenta un elemento fisso, nel senso che la ripresa della didattica in presenza non potrà superare tale limite.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur