Riapertura scuole superiori, si stimano che quasi 300mila studenti torneranno in aula da lunedì 25

Stampa

Il 25 gennaio ritornano in classe gli studenti delle scuole superiori in Liguria, Umbria, Marche e Lombardia.

Il rientro per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, però, non sarà al 100%, ma massimo al 75%. In quasi tutte le località il rientro in classe sarà al 50%, mentre la restante parte continuerà in didattica a distanza.

In base ai dati messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione  è possibile fare una stima, fermo restando che ogni singola scuola potrà decidere sulla base della propria autonomia in ottemperanza ai dettami regionali.

in Lombardia gli alunni sono quasi 400mila (386mila per l’esattezza). Si attende, dunque, che circa 200mila studenti ritornino in classe. Però la Prefettura di Milano evidenzia che, dato il preavviso breve e il fine settimana, le scuole, in virtù dell’autonomia scolastica, possono differire di qualche giorno la ripresa delle attività didattiche in presenza, per organizzare al meglio il servizio.

In Liguria, invece, il ritorno alla didattica in presenza, sarà per circa 31mila studenti. Nelle Marche, invece, il ritorno in presenza riguarda circa 36mila studenti. In Umbria, invece, saranno 18mila gli alunni a tornare in classe.

In Lombardia si tornerà in presenza tra il 50% e il 75, mentre nelle restanti regioni (Liguria, Marche e Umbria) al 50%.

Riapertura scuole superiori, dove si rientra il 25 gennaio: c’è ordinanza dell’Umbria. Gli ultimi aggiornamenti per regione

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur