Riapertura scuole, Nardella: “Il 7 gennaio la politica si gioca la faccia, non si può fallire”

Stampa

“Il 7 gennaio l’Italia intera si gioca la faccia. I politici italiani si giocano la faccia con 2,5 milioni di ragazzi”.

“Mi appello al senso di responsabilità di tutti, dal Governo alla Regione, perché il 7 gennaio sia un grande giorno di rinascita, ci sia il massimo sforzo per consentire ai ragazzi di tornare a scuola e spero fino alla fine che non si riduca la percentuale degli studenti in presenza al 50% e si mantenga al 75%. Spero che il governo non si rimangi l’impegno che aveva già formalmente assunto, cioé di mantenere il 75%”.

Così, nel corso di un’intervista a Radio Toscana il sindaco di Firenze, Dario Nardella, in merito al ritorno in classe degli studenti delle superiori il 7 gennaio.

“A Firenze – aggiunge – con la città metropolitana ci siamo attrezzati per garantire un piano di ripartenza al 75%. Lo abbiamo fatto con la prefetta, gli uffici della città metropolitana, le aziende del trasporto pubblico locale e lavorando insieme all’assessore regionale Baccelli che è stato molto presente e operativo. Ora il Governo non ci deluda, ma soprattutto non deluda i ragazzi. Noi non possiamo deludere questa generazione”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur