Riapertura scuole, Miozzo: “A maggio si potrebbero attivare test salivari nelle scuole”

Stampa

“Lasciamo perdere la storia dei banchi a rotelle, non c’è stato solo questo ma la sostituzione dell’intero arredo scolastico. Si è passata l’estate a tentare di dare risposte a problemi decennali. Non partiamo dal migliore dei mondi possibili, non siamo la Norvegia. La situazione ereditata è complicatissima: le cose non sono state sufficienti perché non è sufficiente un’estate per sanare problemi di decenni”.

Lo ha detto Agostino Miozzo, ex capo del Cts e ora consigliere del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, in diretta con Milena Gabanelli su Corriere tv.

Dobbiamo riconoscere che a settembre siamo partiti con un contesto drammaticamente carente sul distanziamento, gli spazi, i trasporti. Non con il migliore dei mondi possibili ma con un’eredità antica e complessa che difficilmente si poteva immaginare di sanare” ha ribadito. 

Non mi faccia dare indicazioni temporali, le vaccinazioni ci hanno insegnato che ogni indicazione poi rischia di essere corretta… ma abbiamo ancora 1 mese e mezzo di scuola piena e dico che auspicabilmente a maggio potremo immaginare che il territorio possa attivare” un sistema di test salivari nelle scuole.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur