Riapertura scuole: turni di ingresso, tamponi, slittamento orari uffici, più corse dei bus. Ecco i piani dei Prefetti [PAGINA in AGGIORNAMENTO]

Stampa

Il Consiglio dei Ministri di ieri ha dato il via libera al rientro in presenza al 50% per le scuole secondarie di secondo grado dal prossimo lunedì, 11 gennaio. Dal 7 al 9 gennaio le lezioni si svolgeranno, invece, a distanza, con la didattica digitale.

Per le studentesse e gli studenti della scuola dell’infanzia e del primo ciclo (primarie e secondarie di primo grado) la ripresa avverrà, dal 7 gennaio, in presenza.

Restano ferme le eventuali disposizioni adottate, con ordinanze territoriali, dalle singole Regioni.

Ecco le disposizioni regionali (pagina in AGGIORNAMENTO)

I piani dei Prefetti

E proprio le Regioni, al di là delle date diverse di rientro, stanno adottando delle misure ad hoc che valgono per i territori.

Le soluzioni adottate dai piani prefettizi prevedono ingressi in due turni (perlopiù 8-10) in Abruzzo, Calabria, Campania (ad eccezione della provincia di Benevento), Friuli Venezia Giulia (tranne la provincia di Gorizia), Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Toscana (ad eccezione della provincia di Lucca che già prevedeva esclusivamente una flessibilità in entrata).

Turno unico in Basilicata, Emilia Romagna, Molise, Sardegna (tranne la provincia di Cagliari che, solo per i licei, mantiene il doppio turno di ingresso) e Veneto (ad eccezione della provincia Treviso).

Turno unico anche in regioni che avevano precedentemente scelto la differenziazione degli orari: Marche, Piemonte, Sicilia e Umbria, visto che la percentuale stabilita per il primo turno corrispondeva già al 50%

LAZIO

Nel Lazio si riparte l’11 gennaio per le superiori, con orari d’ingresso differenziati. In vista della ripresa dell’attività scolastica, la Regione offre ai ragazzi la possibilità di effettuare un tampone Covid rapido fino al 31 gennaio 2021. Pronto anche il Piano dei Trasporti, in vista del rientro a scuola. Nel solo Comune di Roma, saranno assicurate fino a 1.100 corse aggiuntive al giorno. Le ultime FAQ dell’Usr

LIGURIA

Per spalmare l’affluenza sugli autobus ed evitare affollamenti eccessivi, a La Spezia, per esempio, si entrerà alle 8 e poi alle 9,30, nel Savonese ingressi dalle 7,50 alle 9, nell’area metropolitana di Genova tra le 7,45 e le 8 e tra le 9,30 e le 9,45. Saranno scaglionate anche le uscite. I dettagli

LOMBARDIA

A Milano ci saranno due fasce di ingresso (entro le ore 8 e dalle ore 9,30), nella seconda entrerà il 10% dei ragazzi. Gli orari della città verranno modificati per consentire un’equa distribuzione sui mezzi.

PIEMONTE

In Piemonte via libera dalla Giunta al progetto “Scuola sicura” con un piano di screening capillare. Dal 4 gennaio al 31 marzo 2021 screening mediante l’esecuzione su base volontaria, ogni 15 giorni, di un test antigenico o molecolare agli 83.000 componenti il personale docente e non docente dei servizi educativi per l’infanzia e delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado, agenzie formative del sistema dell’Istruzione e della Formazione professionale, previa prenotazione del proprio medico di medicina generale. Dall’11 gennaio al 31 marzo 2021 screening modulare sui 75.000 studenti di seconda e terza media, che saranno sottoposti su base volontaria una volta al mese (ogni settimana viene testato un quarto di ogni classe) a tamponi molecolari e antigenici utilizzando gli hotspot presenti in tutto il Piemonte.

Il rientro a scuola in Piemonte è fissato per il 7 gennaio per elementari e medie mentre per le scuole superiori didattica a distanza al 100% fino al 16 gennaio. A stabilirlo l’ordinanza del presidente Alberto Cirio. Le linee guida regionali

TOSCANA

A Lucca trentuno autobus in più per tutta la provincia per potenziare settanta corse a rischio affollamento nell’orario di ingresso e di uscita dei ragazzi da scuola

A Massa Carrara il piano concordato prevede quindici pullman e 58 corse in più che raddoppiano di fatto le linee più critiche nel trasporto scolastico e utilizzo di tutor di sei associazioni di volontariato che eviteranno assembramenti nei luoghi più soggetti.

A Firenze gli orari di ingresso e di uscita degli studenti sono stati scaglionati, in generale tra le 8.00 e le 10.10, e le 12.30 e le 15.00, ma vi sono anche Istituti dove sono stati previsti turni pomeridiani

Il comunicato del Ministero sul rientro a scuola dal 7 gennaio

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese