Riapertura scuole in Umbria, per l’assessore Fioroni “si deve rinviare di 15 giorni”

WhatsApp
Telegram

Secondo l’assessore Fioroni bisogna posticipare di due settimane il ritorno a scuola e valutare l’andamento dei contagi

Sulla riapertura scuole in Umbria c’è la presa di posizione dell’assessore regionale allo Sviluppo economico dell’Umbria Michele Fioroni: “sarebbe auspicabile che il Governo valuti con attenzione l’opportunità della riapertura in presenza il 7 gennaio, un’orizzonte temporale troppo ristretto, che non consentirebbe nemmeno di valutare eventuali effetti di contagio dovuti alle festività, nonostante le chiusure previste. Basterebbe solo un pò di buon senso”.

Aspettare almeno quindici giorni per capire l’andamento dei contagi derivanti dalle festività, magari ipotizzando di terminare il primo quadrimestre in DAD, il che avrebbe un senso rendendo omogeneo didattica e valutazione per questo periodo, salvo poi effettuare, covid permettendo, l’intero secondo semestre in presenza. Ridurre il problema dei contagi al solo settore dei trasporti è un errore, ignorando del tutto alcune dinamiche nei flussi degli studenti da casa a scuola e da scuola a casa.
Certo, viste le mie deleghe, la tenuta del sistema economico è per me prioritaria, come quella della salute, che è la missione principale di ciascun governante“, prosegue l’assessore umbro che chiarisce: “Ovviamente, un’opinione personale“.

 

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur