Riapertura scuole, in Germania si pensa a diversi scenari: “Non è sicura l’assoluta normalità”

Stampa

Cosa accadrà in Europa nei prossimi mesi per la riapertura delle scuola. L’emergenza coronavirus è ancora in atto, ma il lockdown dei mesi primaverili non dovrebbe esserci.

Per fronteggiare la pandemia COVID-19, sono stati assunti diversi interventi volti a contemperare la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico e universitario con la salvaguardia del diritto allo studio, al contempo garantendo gli stessi da eventuali effetti pregiudizievoli derivanti dalla sospensione delle attività didattiche in presenza.

In Germania il governatore della Baviera, Markus Soder, avanza alcune perplessità in vista del ritorno in classe: “Non sono sicuro che tutto avverrà nell’assoluta normalità. Dobbiamo pensare a concetti alternativi di scuola, un sistema a più livelli nel caso peggiori di nuovo la situazione”. E su questo argomento anche il ministro dell’Istruzione della Baviera è concorde: “Per il momento parliamo di uno scenario A, tuttavia non si sa come si svilupperà la pandemia nei prossimi due mesi. Ci sono scenari B, C e D. A seconda della situazione di infezione, potrebbe esserci il passaggio dall’aula alle lezioni a distanza o la chiusura di singole scuole o di quelle in una certa area. E l’esperienza fatta nelle ultime settimane ci ha fatto consolidare nuovi metodi”.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa