Riapertura scuole: dal 26 aprile tutti in classe in zona arancione e gialla. Verso apertura anche in zona rossa

Stampa

Dal 26 aprile tornano le zone gialle e per quanto riguarda le riaperture precedenza sarà data a scuole e attività all’aperto, via libera anche agli spostamenti tra regioni in zona gialla e con un pass tra regioni di colori diversi.

Ritorno in classe di tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, quindi anche le superiori, tranne che nelle zone rosse. Dal 26 aprile le scuole nelle aree con il livello di rischio più alto dovrebbero tornare a svolgere lezioni in presenza fino alla terza media e alle superiori l’attività si svolgerà almeno al 50% in presenza.

Per la riapertura delle scuole “sono stati stanziati 390 milioni per un programma di trasporti pubblici locali da attuarsi con le Regioni, ci sono dei limiti al 50% ma è stato fatto molto. C’è ancora una parte che deve essere spesa, poi passeremo alla Stato-Regioni e sentiremo le iniziative delle Regioni”, ha detto Mario Draghi in conferenza stampa.

Tutti in classe da maggio, il Governo ci pensa. Speranza: “Valutazioni che dobbiamo fare”

Covid, i colori delle regioni: Campania spera nell’arancione, Sicilia a rischio rosso. Gli ultimi aggiornamenti

Il processo di riapertura delle attività a maggio non sarà facile, secondo Massimo Galli, direttore Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, riaprendo adesso le scuole.

Ci preoccupa non poco l’ipotesi per le scuole superiori di un ritorno al cento per cento degli studenti a maggio, anche alla luce dello stop alle vaccinazioni per gli insegnanti. Una vera e propria incongruenza“, afferma Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.

E chiede attenzione l’infettivologo Marco Rizzi, primario del reparto di Infettivologia dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo: “Riaprire le scuole e mandare in giro i ragazzi, nessuno dei quali è vaccinato, significa far circolare di più il virus. Il problema non è la scuola ma tutto quello che comporta“.

Misure scuola fino al 30 aprile

Il decreto legge dell’1 aprile, valido fino al 30 aprile, per la scuola ha previsto:

  • Scuole infanzia, primaria, primo anno secondarie di primo grado in presenza in tutto il territorio azionale
  • Classi seconde e terze delle secondarie di primo grado in presenza al 100% nelle aree arancioni e gialle
  • Classi seconde e terze medie in area rossa a distanza
  • Secondarie di secondo grado in Dad al 100% in area rossa

Stampa

Eurosofia, Corso sul nuovo PEI in ICF a cura della Dott.ssa Chiocca. Nei prossimi incontri esempi operativo/pratici a cura del Dott. Ciraci. Iscrizioni aperte