Riapertura scuole Calabria, Spirlì: solo se non ci sono pericoli, i ragazzi sanno fare la Dad

Stampa

“Se non ci sono pericoli le scuole andranno in presenza al 50%, altrimenti i nostri ragazzi possono studiare a distanza”.

Così il presidente facente funzioni Nino Spirlì, durante una diretta Facebook, sulla riapertura delle scuole in Calabria.

“In Calabria la situazione pandemica si sta spingendo verso un peggioramento. Dobbiamo essere messi nelle condizioni – aggiunge Spirlì – di decidere se le scuole sono in grado di tutelare la salute dei nostri ragazzi. Chiederò alle autorità scolastiche regionali l’assoluta garanzia sulla sicurezza nel tragitto da casa a scuola e viceversa”.

“E non mi dicano che i ragazzi sono stressati. La didattica a distanza la sanno fare. Fanno tutto con smartphone e computer, passano molte ore al telefono. Quella dello stress è una manfrina, ,a lo stress è delle famiglie che non vogliono vederli in casa. L’istruzione è importante e sono il primo a dirlo ma devono crescere e quindi vivere. Prima vivi e poi leggi il libro, perché il libro dentro la bara non serve a nessuno“.

Stampa

Concorso STEM Orale e TFA Sostegno? Preparati con CFIScuola