Riapertura scuole, a settembre lezioni in caserme ed edifici pubblici dismessi. La proposta di Novelli (Forza Italia)

Stampa

Trasformare caserme dismesse ed edifici pubblici e privati inutilizzati in scuole per consentire a settembre un ritorno in classe insieme, senza turni e in sicurezza. La proposta proviene dal deputato di Forza Italia Roberto Novelli, sollecitato dall’allarme lanciato da molti dirigenti scolastici in vista dell’imminente ritorno in classe. Proposta che il parlamentare azzurroavanzerà al sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè.

“Questo strano anno scolastico – afferma Novelli – volge ormai al termine, ma non terminano le polemiche intorno alla sicurezza sanitaria nelle scuole. Il problema del sovraffollamento delle aule precede la pandemia, ma differentemente dall’anno scorso adesso abbiamo un governo che dimostra più capacità di programmazione”.

I patti territoriali proposti esattamente un anno fa dalla task force del ministero dell’Istruzione – prosegue Novelli – si sono rivelati un flop, mentre non è stata presa in considerazione la possibilità, che già allora avanzai, di utilizzare caserme e altri edifici pubblici, ma anche immobili privati“, facendo particolare riferimento alle tante caserme dismesse della sua regione, il Friuli Venezia Giulia.

Si tratta di migliaia di edifici – conclude – che in pochi mesi potrebbero essere messi in sicurezza e predisposti per l’uso scolastico. La speranza è che a settembre si possa riprendere serenamente tutte le attività, ma abbiamo il dovere di farci trovare pronti per scongiurare il rischio di un altro anno con i nostri alunni costretti davanti a un pc“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur