04 Agosto 2020 - Aggiornato alle 07:31

Riapertura scuola a settembre: serve un esercito di ruolo per Fioramonti

Per far ripartire a settembre la scuola in sicurezza ed efficienza per Fioramonti occorre un “esercito di ruolo”. Vediamo cosa ha detto l’ex ministro.

L’Onorevole Fioramonti, ex ministro dell’Istruzione afferma che per garantire una ripartenza della scuola in tutta sicurezza ci sarà bisogno di un vero e proprio “esercito di ruolo”.

Oggi in Senato la VII Commissione discuterà gli emendamenti del decreto Scuola tra i quali anche il “come condurre i concorsi in piena pandemia allo scopo di aumentare il più possibile gli organici di docenti e dirigenti entro settembre”.

Sulla didattica a distanza Lorenzo Fioramonti afferma che non può essere sostitutiva di quella in presenza e che secondo i pedagogisti olandesi con la sola DAD l’apprendimento scende al 40% di quello normale.

Sulla riapertura a settembre: “È necessario un nuovo modello di Scuola, che inverta la tendenza degli ultimi anni: dobbiamo passare dalla Scuola centralizzata in super-plessi da oltre 1000 studenti alla Scuola di prossimità, cioè una rete di piccoli istituti da massimo 200 studenti collegati in rete ma diffusi sul territorio (recuperando scuole dismesse, strutture comunali, ecc.), aumentando quindi gli spazi e riducendo i numeri di alunni per classe”.

“Una Scuola di prossimità, aiuterebbe le tante ragazze ed i tanti ragazzi con disabilità- ad oggi completamente dimenticati nella fase della pandemia-, rimuovendo tutti quegli ostacoli per poter frequentare la Scuola.

“La disabilità ed il “dopo di noi” come principio trasversale alle politiche.
Non possiamo permetterci una società che non riduce le differenze, ma le acuisce. Da tempo sostengo un progetto sperimentale da realizzare nel mio territorio: una piccola ‘smart city’ che permetta a persone con disabilità e persone normodotate di vivere in modo inclusivo, annullando le barriere e creando opportunità di condivisione, formazione e lavoro comune”.

L’ex ministro conclude dicendo “Spero che le amministrazioni locali, possano presto dare luce verde alla realizzazioni di progetti come questo, a riprova di come la realizzazione di una società migliore dipenda solo da noi.”

Ritorno a scuola. Il 14 settembre il riavvio in sicurezza, previsti nuovi spazi alternativi. Segui i corsi di Eurosofia sugli adeguamenti necessari