Riapertura scuola a settembre: dai test sierologici alla misurazione della temperatura. Con 37,5 di febbre non si entra. Bozza protocollo sicurezza

Il rientro in classe si avvicina, il Ministero dell’Istruzione sta mettendo a punto con le parti sociali il protocollo di sicurezza in vista della riapertura della scuola previsto, tranne clamorosi colpi di scena, il 14 settembre. 

Ecco quanto prevede, ad oggi, la bozza di protocollo di sicurezza. Su questo, è chiaro, ci saranno gli opportuni cambiamenti, dunque quanto leggete su Orizzonte Scuola potrà essere suscettibile di variazione.

Tutti gli approfondimenti

  • Obbligatorio per chiunque entri negli  ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e l’utilizzo di  DPI (mascherine).

Ritorno in classe, obbligatoria la mascherina per chiunque entri a scuola. Bozza protocollo di sicurezza

  • Prima di entrare a scuola al personale scolastico potrà essere effettuato il controllo della temperatura corporea, attraverso dispositivi attualmente disponibili sul mercato, idonei alla misurazione, avendo cura di scegliere quelli che non espongono le persone al contagio.

Misurare ai docenti la temperatura prima di entrare in classe. Bozza protocollo di sicurezza

  • Se dovesse emergere un caso di positività a scuola la scuola si attiverà con un monitoraggio da avviare in stretto raccordo con il Dipartimento di prevenzione locale per scongiurare eventuali focolai.

Ritorno in classe, bozza sicurezza: le richieste delle parti sociali su cosa fare in caso di positività

  • Svolgimento dei test sierologici per tutto il personale scolastico in concomitanza con l’inizio delle attività didattiche. Test a campione per la popolazione studentesca con cadenza periodica.

Rientro a scuola, bozza sicurezza: test sierologici su docenti e studenti a campione, medico in ogni scuola

  • Sulla base di una Convenzione tra Ministero dell’Istruzione e Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, si promuove un sostegno psicologico per fronteggiare situazioni di insicurezza, stress, ansia dovuta ad eccessiva responsabilità, timore di contagio, rientro al lavoro in “presenza”, difficoltà di concentrazione, situazione di isolamento vissuta.

Ritorno in classe, previsto sostegno psicologico per personale scolastico e studenti. Bozza protocollo di sicurezza

  • Le parti sociali richiedono che “vada ridotto, per quanto possibile, l’accesso ai visitatori; qualora fosse necessario l’ingresso di visitatori esterni (genitori, impresa di pulizie, manutenzione…), gli stessi dovranno sottostare a tutte le regole definite dal Dirigente scolastico”.

Ritorno in classe, l’accesso agli spazi comuni: cosa sarà previsto. Bozza protocollo di sicurezza

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia