Revoca ruolo a docente neoimmessa dal 2013: il punteggio della graduatoria non è corretto

di Lalla
ipsef

Lalla – Se il punteggio della graduatoria ad esaurimento non è corretto il ruolo viene revocato. Accade ad una docente neoimmessa in ruolo a settembre 2013 Per rispetto della privacy, non pubblichiamo il documento di revoca . Si tratta di una immissione in ruolo da settembre 2013 per la scuola primaria da graduatoria ad esaurimento. Al controllo dei titoli ci si è accorti che un anno di servizio risultava valutato due volte.

Lalla – Se il punteggio della graduatoria ad esaurimento non è corretto il ruolo viene revocato. Accade ad una docente neoimmessa in ruolo a settembre 2013 Per rispetto della privacy, non pubblichiamo il documento di revoca . Si tratta di una immissione in ruolo da settembre 2013 per la scuola primaria da graduatoria ad esaurimento. Al controllo dei titoli ci si è accorti che un anno di servizio risultava valutato due volte.

L’allegato A alla CM n. 21 del 21 agosto 2013 prevede che l’Ufficio Scolastico Territoriale attivi tutte le necessarie operazioni per il controlo della regolarità del punteggio di graduatoria con cui il docente è stato destinatario di proposta. A tal fine viene richiesto ai docenti di presentare tutta la certificazione, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 15 della legge n. 183/2011 in materia di autocertificazioni.

La norma è stata introdotta nel 2011 e serve a dare maggiore garanzia per le immissioni in ruolo dato che nel periodo di vigenza delle graduatorie i controlli vengono svolti solo a campione.

Esaminata la documentazione prodotta dalla docente, è stato rinvenuto un errore nel punteggio. Un anno di servizio lontano nel tempo, il 2002/03, era stato valutato due volte.

Operata la decurtazione, la docente non rientrava più nel contingente nelle nomine da effettuare per l’a.s. 2013/14; rientrava però nel numero delle nomine per supplenza e infatti ha potuto stipulare con lo stesso Dirigente Scolastico della scuola in cui è in servizio un contratto fino al 31 agosto 2014 e sarà reinserita nelle graduatorie ad esaurimento. Il servizio prestato fino alla revoca del contratto a tempo indeterminato sarà considerato servizio prestato a tempo determinato.

Non si tratta comunque del primo caso che conosciamo, per questo raccomandiamo ai docenti di controllare per bene il punteggio (anche quando l’errore dovesse essere dell’Amministrazione) per evitare di trovarsi con un sogno infranto e dover attendere nuovamente il turno con un nuovo punteggio.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare