Revisione dimensionamento scolastico, dal prossimo anno frutterà 800 DSGA in più

Di
WhatsApp
Telegram

red – Nel Decreto istruzione è prevista una modifica all’iter per la determinazione del dimensionamento scolastico, che non sarà più un atto unilaterale del Governo l’emanazione dei criteri per il dimensionamento scolastico

red – Nel Decreto istruzione è prevista una modifica all’iter per la determinazione del dimensionamento scolastico, che non sarà più un atto unilaterale del Governo l’emanazione dei criteri per il dimensionamento scolastico

Criteri per il dimensionamento e, di conseguenza, individuazione sedi direttori servizi generali e amministrativi, saranno definiti con  un accordo in Conferenza unificata Stato-Regioni

Le Regioni dovranno definire, entro il corrente anno scolastico, la propria rete scolastica avendo quale riferimento il numero di istituzioni scolastiche derivanti dalla divisione del numero degli alunni diviso per 900.

Tale conteggio sarà definito a livello nazionale, secondo la norma statale, con conseguente attribuzione a ciascuna Regione del numero delle istituzioni che dovranno essere attivate con decorrenza 1° settembre 2014.

In base a questa disposizione le singole Regioni saranno libere di riorganizzare la rete scolastica nel proprio territorio senza sforare il numero massimo di istituzioni attivabili.

I vantaggi saranno quelli di abolire finalmente le cosiddette scuole sottodimensionate alle quali, in base alla normativa vigente, non spettavano né dirigente scolastico titolare né DSGA.

Secondo i conteggi del Miur, comunicati oggi ai sindacati, al termine dell’operazione potrà risultare un organico di dirigenti scolastici e un organico di DSGA maggiorato, rispettivamente, di circa 800 unità rispetto a quello attuale.

Decreto scuola. Il testo della Gazzetta ufficiale, definitivo. Tutti i contenuti, commenti e approfondimenti

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia