Revisione contingenti all’estero per il 2021/22. Nota Maeci

Stampa

Il Maeci intende procedere quanto prima alla revisione del contingente del personale della scuola in servizio all’estero per l’anno scolastico 2021/2022, nei limiti delle disponibilità finanziarie del prossimo esercizio finanziario 2021.

E’ quanto scrive in una nota il Ministero indirizzata alle Ambasciate italiane all’estero.

Le Ambasciate in indirizzo sono pregate di fare pervenire – avvalendosi, ove presenti, anche dell’apporto dei Dirigenti Scolastici – una proposta complessiva per Paese di accreditamento, dopo l’opportuno coordinamento con gli Uffici Consolari dipendenti, secondo le indicazioni operative allegate, corredandola di un parere unico e di ogni altra indicazione che si ritenga utile.

L’esercizio sarà finalizzato ad apportare alcuni affinamenti alla distribuzione delle risorse disponibili sulla rete, sulla base delle proposte delle Sedi, per cui si chiede che le richieste di modifica del contingente siano debitamente motivate e il più possibile circostanziate.

Per quanto concerne le iniziative di promozione della lingua italiana ex art. 10 del D.lgs. 64/2017, ossia le attività didattiche e i corsi extra-curricolari che coinvolgono più scuole, si vorrà tenere conto della possibilità di impiego non solo di docenti della primaria e secondaria di primo grado ma anche di quelli della secondaria di secondo grado. Nella formulazione di eventuali richieste in tal senso, si vorrà avere cura nel descrivere comunque le caratteristiche delle istituzioni scolastiche interessate a
recepire un docente ministeriale.
La predetta proposta, accompagnata da tutta la documentazione trasmessa dagli Uffici consolari dipendenti, dovrà pervenire entro il 15 gennaio via messaggistica, conclude la nota.

MAECI-TELESPRESSO-2021-22

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur