Rete Studenti Medi e UDU: chiediamo il conto al Governo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Rete degli Studenti Medi e UDU – Come Rete degli Studenti Medi e Unione degli Universitari questo pomeriggio, davanti a Montecitorio, abbiamo presentato il conto al Governo ricreando un gigantesco scontrino, su cui abbiamo scritto gli investimenti indispensabili in istruzione.

Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, dichiara: “In piazza eravamo in 100mila per chiedere al governo il conto di tutto ciò che ci è stato tolto in 10 anni di tagli all’istruzione. Basta false promesse, basta propaganda: vogliamo uno stanziamento in istruzione di almeno 10 miliardi e un vero diritto allo studio per tutti.”

Continua Enrico Gulluni, Coordinatore Nazionale dell’Unione degli Universitari: “Vogliamo anche investimenti per garantire il diritto allo studio universitario, che garantisca la totale copertura delle borse di studio, l’aumento del FFO e l’innalzamento della No Tax area a 28000. Servono i fondi che nessun governo si è mai impegnato a reinvestire in scuola e università: il conto è servito.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione