Rete studenti medi: chiarezza sull’esame di Stato, sospensione percorsi alternanza scuola-lavoro

Stampa

Chiedono chiarezza sull’esame di Stato, sospensione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, didattica digitale disponibile in ogni Istituto Scolastico e resa accessibile ad ogni studente in modo semplice e gratuito, saponi e disinfettanti nelle scuole.

E’ la Rete degli studenti Medi che rivolge al Ministero dell’Istruzione, alla Regione Lazio, all’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio e a tutti gli Istituti Superiori della Regione questo appello affinché vengano prese misure adatte a garantire i diritti delle studentesse e degli studenti.

I ragazzi chiedono che sia garantito a tutte e tutti il diritto allo studio: le diverse possibilità di accesso alle tecnologie non devono – spiegano – poter aumentare il divario già esistente tra diversi studenti e tra diverse scuole. Le Istituzioni devono, quindi, adoperarsi per garantire a tutti gli studenti della regione l’accesso agli strumenti necessari per sfruttare le risorse online e per accedere alla didattica web, a prescindere dalle proprie condizioni economiche e dal territorio di riferimento.

Gli studenti chiedono poi “chiarezza e confronto sulle modalità di svolgimento dell’Esame e percorsi specifici di recupero e approfondimento per le studentesse e per gli studenti e dell’ultimo anno”. Vogliono poi sapere “cosa sarà necessario fare rispetto alle ore non svolte e come andranno recuperate”; chiedono che “il monte orario venga ricalibrato in proporzione alla minore frequenza scolastica e alla minore possibilità di seguire i percorsi lavorativi”. Chiedono infine che i percorsi in questione non espongano gli studenti ad un basso livello di igiene o al rischio di contagio.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì