Rete degli Studenti e UDU : in piazza contro il Governo del regresso e della propaganda

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Rete degli Studenti e UDU – Questa mattina, venerdì 12 ottobre, in 50 piazze in tutta Italia decine di migliaia studenti hanno manifestato gridando “Chi ha paura di cambiare? Noi no!” ad un Governo che si dice del cambiamento ma propone solo regresso e propaganda.

A Roma in 5000, coi volti coperti dalle maschere di Dalì del telefilm “La casa di carta” in simbolo di riscatto, terminato il corteo sotto il Ministero dell’Istruzione, hanno chiesto un incontro col Ministro Bussetti per sottoporgli i veri problemi della scuola italiana: “Sicurezza, non intesa come telecamere e cani antidroga davanti alle scuole ma come edilizia scolastica” Dichiara Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi. “Ad oggi studiamo in edifici che sono fatiscenti, e non permettono in nessun modo di innovare una scuola che è vecchia ed escludente: in 150mila ogni anno abbandonano gli studi, non è un dato accettabile.”

Enrico Gulluni, Coordinatore Nazionale dell’Unione degli Universitari, continua: “Cosa possiamo aspettarci da un Governo che nomina a Capo Dipartimento per l’Università e la Ricerca una figura come Valditara, relatore della legge Gelmini 2010, che dieci anni fa ideò gli 8 miliardi di tagli di cui ancora oggi paghiamo il prezzo, e che ancora oggi li rivendica? Non ci fidiamo, e continueremo a mobilitarci il 16 e il 17 novembre per chiedere fondi in istruzione: non abbiamo paura di cambiare.”

Continua Manfreda: “Gli studenti italiani non si meritano di pagare il prezzo delle scelte sbagliate di una politica che fa solo i suoi interessi, e cerca consenso stravolgendo le parole e raccontando falsità: i 100 milioni di “risparmi” sulla scuola pubblica sono in realtà tagli, e sono solo i primi. Questo Governo trascura l’istruzione ma non dimentica mai di demonizzare gli ultimi e di calpestare diritti acquisiti in anni di lotte. Il 16 e il 17 novembre, in occasione della Giornata Internazionale dello Studente, torneremo a mobilitarci!”

Giammarco Manfreda
Enrico Gulluni

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione