Restituzione al ruolo di provenienza dopo passaggio di ruolo: cosa prevede il contratto

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

La domanda di restituzione al ruolo di provenienza può essere presentata dal docente che ha ottenuto il passaggio di ruolo, nei termini previsti dal CCNI. Vediamo quali

Una lettrice ci scrive:

“Ho appena ottenuto il passaggio di ruolo su altro ordine di scuola  ma già vorrei ritornare indietro …volevo sapere se è prevista la restituzione al ruolo precedente anche per il contratto 2019 anche senza il superamento dell’anno di prova”

Il docente che, dopo aver ottenuto il passaggio di ruolo richiesto, si pente e vorrebbe tornare indietro, può fare domanda di restituzione al ruolo di provenienza.

Cosa prevede il contratto

Questa possibilità è prevista nel CCNI sulla mobilità, dove nell’art.7 comma 3 si stabilisce quanto segue:

Per il personale docente, già passato in altro ruolo di insegnamento del comparto scuola, il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, nel limite delle domande prodotte, entro 10 giorni dalla pubblicazione  dei movimenti previsti dispone la restituzione al ruolo di provenienza di quanti sono transitati in altro ruolo, nei confronti di coloro che ne hanno fatto richiesta, sui posti rimasti vacanti e disponibili dopo le operazioni di mobilità. A tal fine conserva validità il titolo di studio previsto al momento dell’accesso al ruolo precedente

Termini presentazione domanda

La domanda di restituzione al ruolo di provenienza deve essere presentata, quindi, entro 10 giorni dalla pubblicazione  dei movimenti di trasferimento e passaggio.

Questo movimento, se risulta possibile, sarà disposto, però, esclusivamente sui posti rimasti vacanti e disponibili dopo le operazioni di mobilità e non garantisce, quindi al docente la “restituzione” della cattedra nella scuola di provenienza in cui era titolare

Conclusioni

La nostra lettrice, quindi, non ha più la possibilità di presentare domanda di restituzione al ruolo di provenienza in quanto i termini sono ormai scaduti, essendo fissati nei 10 giorni successivi alla data di pubblicazione dei movimenti.

Si ricorda, infatti, che, quest’anno la pubblicazione è avvenuta il 24 giugno 2019 contemporaneamente per tutti i gradi di scuola.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads