Renzi, su riforma abbiamo sbagliato parecchio. Ma abbiamo messo 3 miliardi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Abbiamo messo tre miliardi di euro in più sulla scuola, ma abbiamo sbagliato qualcosa, anzi parecchio. Perché se dopo anni di tagli metti tre miliardi e fai arrabbiare tutti, o quasi tutti, evidentemente qualcosa non ha funzionato”.

Così Matteo Renzi, al Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (Napoli), dove ha preso parte a una iniziativa per il Sì al referendum. “Riuscire, dopo tre anni che nessuno metteva soldi a mettere soldi, ad assumere centomila persone a tempo indeterminato e a farli arrabbiare tutti significa che non siamo stati bravi abbastanza”, ha aggiunto. “Però – ha poi detto Renzi rivolgendosi a una donna del pubblico che si era lamentata del taglio delle insegnanti di sostegno – la differenza tra noi e quelli di prima è che dopo anni in cui tutti stanno alla finestra urlando e lamentandosi, noi stiamo cercando di rimettere in moto il Paese e stiamo per la prima volta proponendo ai cittadini ad andare a cambiare riprendendosi sovranità e responsabilità. Nessuno ha la bachetta magica, però se c’è la mettiamo tutto questo Paese può cambiare davvero”, ha concluso il premier.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione