Renzi, l’algoritmo mobilità docenti è stato un grosso errore. Lettera

WhatsApp
Telegram

Caro Matteo, nel non capire che con la scuola si doveva dialogare, comprendere maggiormente disagio e sofferenza di migliaia di precari che per anni si sono presi carico di tutte le disfunzioni del sistema istruzione.

Queste persone non sono state trattate come soggettivi attivi, come coloro che la scuola l’hanno sentita casa propria comprando carta igienica e tappando con le loro mani buchi e ferite.

Lei li ha trattati solo come un problema da risolvere al più presto, per dire che aveva “fatto segno” e messo fine all’atavico problema del precariato.

Li ha voluti assoggettare ad un capetto, perché a lei piacciono le strutture dirigistiche, la scuola è una realtà orizzontale, una comunità, è stato un errore, come, con gli incarichi triennali e la perdita di titolarità, far sentire loro l’odore del jobs act anche nel pubblico impiego, ancora precarietà.

Li ha assunti con modalità disumanizzate, algoritmo e tempi strettissimi per decidere delle loro vite e di trasferimenti al buio. Ha posticipato le operazioni di mobilità in deroga al T.U., invertendo l’iter normale delle assunzioni, per mera fretta di portare a casa alla svelta il risultato, un risultato solo politico e da perenne campagna elettorale. Cosa ha comportato questa posticipazione? Che nessuno ha potuto far riferimento a un reale conteggio delle disponibilità territoriali per scegliere con consapevolezza, accrescendo ansia e il sentimento del sentirsi sotto ricatto.

Ha sbagliato caro Matteo, non ha capito niente della scuola, ma in generale non ha capito quanto disagio covavano dentro coloro che lei ha chiamato gufi e disfattisti ostili al cambiamento. Gli insegnanti, e spero che non le sembri un’esagerazione, per quello che guadagnano, sono la classe operaia di questo paese. E noi, come loro, siamo molti incazzati. E la rabbia si interpreta non si canzona, o peggio si liquida. Grave. Tutto disumano, e privo di raziocinio come quell’algoritmo.
E adesso toccherà alla Fedeli. Vedremo se saprà superare questo autismo.

Teresa De Feo

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff