Renzi (Italia Viva): professori devono fare test, tamponi e anche vaccino

Print Friendly and PDF

La scuola è la madre di tutte le battaglie in questa fase; assieme al lavoro. Penso che oggi sia fondamentale dare tutti una mano perché riparta. Lo ha detto Matteo Renzi in un’intervista al quotidiano La Stampa. 

Il leader di Italia Viva non nascone che ci sia un aumento dei contagi, fisiologico, ma mette in evidenza che il numero dei morti non è in crescita e che bisogna convivere con il virus, perché “non sarà sconfitto per mesi e chi continua a vivere di paura non si rende conto che si rischia di morire di fame”. Sulle ipotesi da parte di qualcuno di uno slittamento della riapertura delle scuole, Renzi dichiara: “Se la scuola ce la farà ad aprire per il 14 settembre? Ce la deve fare”.

Sulle ipotesi di dimissioni della ministra Azzolina richieste dall’opposizione, Renzi non si sbilancia e gira intorno alla domanda: “In questa fase la priorità è far andare le cose bene, non evocare scenari. Ed è fondamentale dare tutti una mano perchè la scuola riparta  sulla quale pesano le richieste di dimissioni da parte dell’opposizione”. E’ molto più diretto, invece, sull’obbligo dei tamponi per i docenti. “Assolutamente sì” afferma. “Di cosa hanno paura, di un prelievo?. I professori devono fare test e tamponi, e anche il vaccino”.

Print Friendly and PDF

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia