Renzi: i docenti bravi devono prendere di più, i meno bravi di meno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si tratta delle parole del Premier che ha risposto ad un “question time” su Fanpage.it riguardante vari argomenti, tra i quali anche la scuola

Il Premier Renzi è consapevole che quanto fatto quest’anno relativamente al bonus merito “ha fatto arrabbiare molti”. Si tratta dei primi 200 milioni stanziati dalla riforma per i quali sotto accusa sono finiti i criteri per l’assegnazione.

“Si può discutere – ha precisato Renzi – dei criteri per decidere la valutazione, ma non si può impedire la valutazione: i bravi devono prendere di più i meno bravi di meno”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione