Renzi, la Costituzione ci impedisce di assumere docenti senza concorso

Stampa

Matteo Renzi risponde ad una docente che contestava il concorso a cattedra durante una sua visita a Matera. "Abbiamo assunto chi aveva diritto costituzionale".

Matteo Renzi risponde ad una docente che contestava il concorso a cattedra durante una sua visita a Matera. "Abbiamo assunto chi aveva diritto costituzionale".

Quindi, ha detto il Premier "chi, per responsabilità dei governi passati, non ha questo titolo, purtroppo o per fortuna, la Costituzione ci impedisce di assumerlo senza concorso. E facciamo un concorso che non era fatto da anni. Se negli ultimi 20 anni si fosse investito, anziché tagliare, questa situazione non si sarebbe creata. 'Umiliazione' lo vada a dire a chi si è comportato in modo indecoroso. Noi abbiamo messo tre miliardi".

"Duecentocinquantamila persone sono state illuse dallo Stato di poter fare gli insegnanti e poi si volevano lasciare precari a vita. Abbiamo pensato che questo fosse indecoroso. Perché così si indeboliva la vita degli insegnanti e anche l'esperienza educativa dei ragazzi. Abbiamo detto: 'Chi ha diritto costituzionale a essere assunto lo assumiamo subito'. Ma per chi non aveva un'abilitazione a essere assunto, purtroppo la Costituzione ci impediva di farlo. Non è che non volessi prendere quelli di fascia B o altro, ma ci sono delle regole", ha sottolineato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, rispondendo a un'insegnante di fascia B che lo criticava nel corso del suo intervento in teatro a Matera.

Tutto sul concorso

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur