Renzi. 24 ore, un errore di comunicazione e di sostanza. Bisogna portare il merito nelle scuole

di redazione
ipsef

red – A dirlo è Matteo Renzi, candidato alle primarie come leader della coalizione di centro sinistra per le prossime elezioni, durante il suo tour in giro per l’Italia.

red – A dirlo è Matteo Renzi, candidato alle primarie come leader della coalizione di centro sinistra per le prossime elezioni, durante il suo tour in giro per l’Italia.

La vicenda delle 24 ore è, intanto, un errore comunicativo, perchè si è data l’immagine degli insegnanti come fannulloni, che non hanno voglia di lavorare, "che vengono esposti alla pubblica opinione come quelli che non vogliono lavorare 6 ore in più". Dice Renzi

E’ un errore dal punto di vista della sostanza, perchè "bisogna coinvolgere gli insegnanti in grande un patto civile, – continua – restituendo valore sociale all’insegnante e chiedendo all’insegnante di portare il merito nella scuola". Una pratica, sottolinea, che "non significa fregare l’insegnante bravo, ma fregare quello che non lavora bene."

Matteo Renzi, il programma per la scuola. Dalla valutazione e incentivazione per docenti e dirigenti alla chiamata diretta di insegnanti ed ATA

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare