Rendicontazione sociale entro dicembre e RAV entro luglio, tutte le info. Nota Miur

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con la nota del 22 maggio 2019, ha fornito indicazioni in merito alla rendicontazione sociale e al RAV 2019/22.

Riallineamento Rendicontazione/RAV- PTOF 2019/22

Con la nota del 18 ottobre 2018 il Miur ha comunicato che, al fine di armonizzare la tempistica del RAV con quella del Piano triennale dell’Offerta Formativa (PTOF), la rendicontazione sociale va iniziata al termine dell’anno scolastico 2018/19 con l’analisi dei risultati raggiunti in riferimento alle azioni realizzate per il miglioramento degli esiti.

L’effettivo procedimento di rendicontazione, da realizzare attraverso la “pubblicazione e diffusione dei risultati raggiunti”, sarà poi effettuata entro dicembre 2019.

La sequenza logica – scrive il Miur nella nota del 22/05/2019  –  vorrebbe infatti che ogni istituzione scolastica:

  1. verifichi con la Rendicontazione sociale il percorso svolto nella triennalità precedente;
  2. individui le priorità da perseguite nella successiva triennalità attraverso il RAV;
  3. pianifichi il miglioramento con il PdM, al fine di definire l’offerta formativa con il nuovo PTOF in cui deve essere indicato il medesimo PdM.

Con la rendicontazione, infatti, vengono resi noti i risalutati raggiunti in relazione agli obiettivi di miglioramento e vengono orientate le scelte future, secondo la sequenza sopra riportata.

Rendicontazione sociale 2019

Con la rendicontazione sociale si realizza la fase conclusiva del ciclo di valutazione delle Scuole, secondo quanto previsto dal D.P.R. 80/2013.

Per la prima volta, scrive il Miur, tutte le scuole sono chiamate a rendere conto dei risultati raggiunti con riferimento alle priorità e ai traguardi individuati al termine del processo di autovalutazione.

La rendicontazione dovrà avvenire nell’apposita piattaforma, che sarà predisposta all’interno del portale del Sistema nazionale di valutazione (SNV).

La piattaforma sarà disponibile dal 30 maggio al 31 dicembre 2019.

L’attività di rendicontazione dovrà concludersi entro il mese di dicembre 2019 con la pubblicazione della medesima nel  portale “Scuola in Chiaro”, a meno di situazioni particolari per le quali viene indicata una diversa tempistica nella “Nota metodologica e guida operativa’ presente in piattaforma, con la quale si forniscono a tutte le scuole indicazioni utili e di dettaglio per la predisposizione della Rendicontazione sociale.

Rapporto di autovalutazione (RAV) 2019

L’elaborazione del RAV avverrà, nella specifica piattaforma all’interno del portale SNV, dal 22 maggio al 31 luglio 2019.

Si tratta di un passaggio fondamentale della progettualità scolastica relativa al triennio 2019/2022, per cui è necessario che avvenga prima dell’avvio del nuovo anno scolastico.

Il RAV, infatti, come detto sopra, oltre a riportare le riflessioni della scuola rispetto ai risultati raggiunti nel precedente percorso di autovalutazione e miglioramento, fissa le priorità del periodo successivo, garantendo coerenza ai processi attivati in vista del miglioramento continuo del sistema di istruzione.

La compilazione del Questionario Scuola, propedeutica alla definizione del RAV medesimo, va effettuata all’interno della stessa piattaforma.

Le scuole che hanno utilizzato la piattaforma per l’elaborazione del PTOF, all’interno del portale SIDI, troveranno precaricate nel RAV le coppie “Priorità” e “Traguardi” che hanno inserito nella seconda sezione del PTOF “Le scelte strategiche”, conservando la possibilità di modificarle ulteriormente.

Il RAV, una volta concluso il periodo indicato per la sua elaborazione all’interno della piattaforma (22 maggio-31 luglio), verrà pubblicato direttamente nell’apposita sezione del portale “Scuola in Chiaro”.

Compiti scuole primi mesi del 2019/20

Nei primi mesi dell’a.s. 2019/20, preferibilmente entro ottobre, in fase di
aggiornamento del PTOF e di definizione del PdM relativi al triennio 2019/2022, con riferimento ai dati elaborati in seguito alla chiusura del RAV e restituiti in piattaforma, la scuola potrà consolidare definitivamente i documenti in modo da garantirne la reciproca coerenza.

Le scuole, nel predetto periodo,  potranno lavorare contemporaneamente sui documenti (RS, RAV, PdM e PTOF) e potranno eventualmente aggiornarli e regolarli in modo organico e coerente.

Entro dicembre, comunque, tutti i RAV verranno ripubblicati automaticamente sul portale “Scuola in Chiaro”, salvo che la scuola non vi abbia già provveduto autonomamente.

Come accedere alle piattaforme per Rendicontazione sociale e RAV

Per accedere sia alla piattaforma della Rendicontazione sociale che a quella del RAV occorre entrare nell’area “Scuole” del portale SNV tramite questo link.

Le credenziali da utilizzare per l’accesso alle due piattaforme da parte dei Dirigenti scolastici corrispondono a quelle utilizzate per l’accesso all’area riservata del MIUR.

Se all’interno dell’area riservata risultassero problemi di accesso alla scrivania SNV, occorre inviare una richiesta di abilitazione all’indirizzo di posta elettronica [email protected] comunicando i dati anagrafici, il codice fiscale, il  codice meccanografico della scuola e il ruolo (Dirigente scolastico/Coordinatore didattico).

I dirigenti scolastici che hanno cambiato sede di titolarità il 1° settembre 2018, al momento dell’apertura della piattaforma RAV, troveranno associata alle proprie credenziali la nuova sede, mentre i dirigenti con incarico di reggenza di altra scuola saranno associati anche al codice meccanografico di quest’ultima. Lo steso vale per la Rendicontazione sociale.

Il Nucleo interno di valutazione già abilitato all’interno della piattaforma RAV verrà automaticamente abilitato anche all’utilizzo della piattaforma della Rendicontazione sociale.

nota Miur 22/05/2019

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione