Rendere efficace l’insegnamento delle discipline STEM nella scuola secondaria di II grado: il caso Mad for Science

WhatsApp
Telegram

In una società sempre più connessa, in cui scienza e tecnologia sono determinanti per il futuro, il concetto di “cittadinanza scientifica” si rivela fondamentale per il benessere individuale e collettivo. Le influenze delle scoperte scientifiche e delle tecnologie si estendono a ogni aspetto della vita moderna: questa visione sottolinea la necessità che le persone non solo acquisiscano conoscenze scientifiche, ma sperimentino il metodo di indagine scientifica per comprendere e interpretare il mondo circostante, riconoscendo il valore sociale e il significato delle nuove scoperte.

La passione per le discipline STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) deve essere coltivata fin dai primi anni di formazione: non solo per alimentare la curiosità degli studenti, ma anche per promuovere lo sviluppo dell’abilità di risolvere problemi, di analizzare situazioni complesse e di contribuire al progresso scientifico e tecnologico.

È su questi temi che Bruna Baggio, biologa e dirigente scolastica con una vasta esperienza nella ricerca didattica e nella formazione, e Assunta Croce, Scientific Communication Manager della Fondazione DiaSorin, si confronteranno nel prossimo webinar online “Rendere efficace l’insegnamento delle discipline STEM nella scuola secondaria di II grado: il caso Mad for Science”, previsto per il 14 settembre alle 17:00, in collaborazione con Orizzonte Scuola.

Il fulcro dell’incontro sarà il progetto “Mad for Science” della Fondazione DiaSorin, un’iniziativa che promuove l’apprendimento delle STEM in modo coinvolgente e pratico. Già da anni, la Fondazione DiaSorin investe nel talento giovanile attraverso questo concorso, che coinvolge scuole di tutta Italia nell’obiettivo di realizzare laboratori scientifici all’avanguardia. Questi spazi offrono agli studenti la possibilità di sperimentare direttamente e di intraprendere un percorso di scoperta e di ricerca.

Nato come progetto regionale in Piemonte nel 2016, Mad for Science ha conquistato il riconoscimento a livello nazionale, coinvolgendo centinaia di istituti scolastici. La crescita di questo progetto è stata sostenuta da iniziative che non solo forniscono risorse e supporto pratico per i docenti, ma anche occasioni di formazione teorica e laboratoriale. Questo riconosce l’importanza di insegnare non solo la scienza in sé, ma anche la capacità di trasmetterla in modo efficace agli studenti.

L’esperienza accumulata attraverso il progetto Mad for Science ha rafforzato la convinzione che la scuola sia la fucina delle nuove generazioni e dei futuri scienziati. Il webinar del 14 settembre sarà un’opportunità preziosa per discutere le sfide e le strategie nell’insegnamento delle STEM, per condividere approcci efficaci e per ispirare una nuova generazione di cittadini scientificamente consapevoli.

 

Vuoi partecipare? Iscriviti al webinar!

WhatsApp
Telegram