Remind, un’agenda digitale in aiuto dei docenti e non solo

Stampa

Brett Kopf, un ingegnere 27enne dell’Università dell’Illinois ha inventato un’applicazione-registro, una sorta di agenda digitale per segnare orari, appuntamenti, compiti e scadenze: si chiama Remind (“Ricordare”).

Brett Kopf, un ingegnere 27enne dell’Università dell’Illinois ha inventato un’applicazione-registro, una sorta di agenda digitale per segnare orari, appuntamenti, compiti e scadenze: si chiama Remind (“Ricordare”).

L'applicazione è già presente negli Stati Uniti, verrà lanciato sul mercato spagnolo e in tutto il Sud America e, soprattutto, tra gli ispanici statunitensi, la minoranza etnico-linguistica più grande negli States ma anche quelli con una percentuale alta di abbandono scolastico.

Remind è stata ideata per i professori,i genitori e gli alunni, come supporto didattico: già il 35 per cento dei professori statunitensi dichiara di utilizzarlo, oltre ai più di 23 milioni di utenti tra genitori, educatori e studenti.

Remind è gratis e il suo ideatore vuole che sia per sempre, seguendo la formula “freemium”, grazie a cui si può disporre di una base gratuita, che però diventa a pagamento per i servizi addizionali.

Tra poco uscirà anche la versione in portoghese, mandarino, francese e tedesco; per l'italiano ci sarà ancora da aspettare.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur