Reiterazione contratto ai precari. UGL Bari propone al MIUR una sanatoria

di Lalla
ipsef

Lalla – Le vittorie non si contano più. I precari vincono e ottengono risarcimenti cospicui. 500 i ricorsi presentati solo a Bari e il coordinatore dell’UGL lancia una proposta al Ministero "Chiediamo una sanatoria, in cambio siamo disposti a non pretendere risarcimenti economici".

Lalla – Le vittorie non si contano più. I precari vincono e ottengono risarcimenti cospicui. 500 i ricorsi presentati solo a Bari e il coordinatore dell’UGL lancia una proposta al Ministero "Chiediamo una sanatoria, in cambio siamo disposti a non pretendere risarcimenti economici".

L’effetto valanga potrebbe travolgere il Ministero, con rischio default. La normativa europea impone l’assunzione a tempo indeterminato dopo la reiterazione di 3 contratti a tempo determinato. In Italia le sentenze di stabilizzazione sono ancora poche, ma quelle sul riconoscimento degli scatti di anzianità e degli emolumenti non percepiti sono ormai moltissime, da Nord a Sud.

Per l’anno 2011 il Decreto Milleproroghe consente di impugnare il licenziamento entro il 31 dicembre, per il 2012 entro 60 giorni dalla cessazione del contratto.

I ricorsi hanno già avuto l’effetto di avviare le 64.000 immissioni in ruolo per l’a.s. 2011/12. Fino a quando il Ministero potrà non considerare questo problema che sta per abbattersi pesantemente sulle sue casse?

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione