Regolare avvio anno scolastico 2021/22, parere CSPI su ordinanze Ministro entro sette giorni

Stampa

Regolare conclusione a.s. 2020/21 e ordinato avvio a.s. 2021/22, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) rende il proprio parere entro 7 giorni dalla richiesta da parte del Ministro dell’istruzione. Cosa prevede il Decreto sostegni-bis.

Pareri CSPI in via ordinaria

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, com’è noto, è organo di garanzia dell’unitarietà del sistema nazionale dell’istruzione e di supporto tecnico-scientifico per l’esercizio delle funzioni di governo nelle seguenti materie: istruzione universitaria, ordinamenti scolastici, programmi scolastici, organizzazione generale dell’istruzione scolastica e stato giuridico del personale.

In via ordinaria, secondo quanto previsto dall’articolo 3, comma 5, del D.lgs. 233/99, il CSPI esprime il proprio parere nel termine ordinario di 45 giorni dalla richiesta, salvo che per motivi di particolare urgenza il Ministro assegni un termine diverso, che non può comunque essere inferiore a 15 giorni. Decorso il termine di quarantacinque giorni o quello inferiore assegnato dal Ministro, si può prescindere dal parere.

Pareri CSPI in Stato di emergenza

In seguito all’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 e alla conseguente necessità di snellire e sveltire le procedure per assumere le relative decisioni legate all’Istruzione, con il decreto legge n. 22/2020, convertito in legge n. 41/2020, si è stabilito che, sino al perdurare dello stato di emergenza, in deroga a quanto previsto dal succitato articolo 3 del D.lgs. n. 233/1999, il CSPI rende il proprio parere nel termine di sette giorni dalla richiesta da parte del Ministro dell’istruzione. Decorso tale termine, si può prescindere dal parere.

Com’è noto, lo stato di emergenza è stato prorogato nel corso dei mesi, ultima proroga in ordine cronologico si è avuta con la delibera del Consiglio dei Ministri del 21 aprile 2021, in base alla quale il predetto stato è prorogato al 31 luglio 2021. Pertanto, sino a tale data, come previsto dal decreto legge del 22 aprile 2021 (Allegato 2), il CSPI rende il proprio parere entro sette giorni dalla richiesta del Ministro.

Conclusione a.s. 2020/21 e avvio a.s. 2021/22

Considerato che lo stato d’emergenza è previsto al momento sino al 31 luglio p.v.,  con il Decreto sostegni-bis si è intervenuti sulla tempistica relativa ai pareri del CSPI, al fine di garantire una regolare conclusione del corrente anno scolastico e un ordinato avvio dell’a.s. 2021/22.

Così leggiamo, nell’articolo 58, comma 2-lettera d), del Decreto:

2. Al fine di sostenere la regolare conclusione dell’anno scolastico e formativo 2020/2021 e di avviare l’anno successivo sono disposte le seguenti misure:

d) a decorrere dal giorno successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 agosto 2021, in deroga a quanto previsto dall’articolo 3 del decreto legislativo 30 giugno 1999, n. 233, il Consiglio superiore della pubblica istruzione-CSPI rende il proprio parere nel termine di sette giorni dalla richiesta da parte del Ministro dell’istruzione;

Sino al 31 agosto 2021, dunque, il CSPI rende il proprio parere entro sette giorni dalla richiesta da parte del Ministro. Il Decreto, dunque, proroga la precedente misura, slegandola dallo stato di emergenza.

La citata proroga, prevista ai fini di cui sopra (regolare conclusione del corrente anno scolastico e ordinato avvio dell’a.s. 2021/22), si armonizza con l’altra misura prevista dall’articolo 58 del Decreto sostegno-bis, secondo cui il Ministro dell’Istruzione, con una o più ordinanze, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro per la pubblica amministrazione, può adottare misure volte a garantire l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2021/2022.

Testo del Decreto sostegni-bis

NB: il Decreto sostegni-bis è stato pubblicato in GU il 25 maggio e adesso seguirà l’iter parlamentare per la conversione in legge, pertanto potrebbe essere soggetto a modifiche.

Stampa

Personale all’estero: preparati al colloquio!